Ad Arzignano i carabinieri forestali scovano un canile lager liberano 10 cani e denunciano il proprietario

Nella mattinata di lunedì 22 maggio, in località Restena del Comune di

Arzignano, a conclusione di una mirata attività di indagine, i Carabinieri

Forestali e quelli della locale Stazione dell’Arma territoriale, con l’ausilio

in fase esecutiva di una pattuglia della polizia locale di Arzignano e

personale veterinario dell’ULSS8, hanno effettuato l’accesso presso un

capannone di proprietà privata, constatando la presenza di n. 10 cani di

razza Rottweiler, di cui un cucciolo, ed un cane di razza Labrador tenuti in

condizioni etologicamente e ecologicamente incompatibili.

Tutti i cani, infatti, erano relegati in un ambiente insalubre, all’interno di

box di modeste dimensioni realizzati con rete elettrosaldata, ove gli

animali erano costipati al buio tra i loro stessi escrementi.

I militari intervenuti, che constatavano altresì la mancanza di cibo ed

acqua, hanno proceduto all’immediato sequestro dei poveri animali, onde

evitare in protrarsi di ulteriori sofferenze in loro danno, provvedendo

contestualmente a deferire all’Autorità Giudiziaria il proprietario, C.E.,

residente nel vicentino, poiché responsabile di maltrattamento di animali

(ex art 544 ter c.p.) e detenzione di animali in condizioni incompatibili (art

727 c.p.).

CondividiShare on FacebookTweet about this on Twitter