Aperture festive dei negozi, la sfida “etica” della Regione Veneto

La Regione Veneto chiede la revisione delle norme sulle aperture degli esercizi commerciali durante le festività. La sfida “etica” l’ha lanciata ieri al tavolo aperto alle associazioni di categoria e alle parti sociali, con il coinvolgimento dei parlamentari veneti. Questi ultimi sono stati sollecitati affinché si adoperino per arrivare al più presto all’approvazione della proposta di legge, ferma in commissione al Senato, sulla disciplina degli orari di apertura. Un analogo documento è stato presentato alla Conferenza Stato-Regioni.

“L’obiettivo – ha rilevato l’assessore Roberto Marcato – sarebbe che le competenze tornassero alle Regioni, in modo da poter modulare le aperture sul territorio”.

Il movimento “Domenica No Grazie” ritiene ragionevole un massimo di 12 aperture domenicali.

Sull’effettivo valore aggiunto delle liberalizzazioni sul tessuto economico veneto, la grande distribuzione ha risposto con dati positivi circa l’aumento del fatturato e dell’occupazione.

CondividiShare on FacebookTweet about this on Twitter