Dai Berici all’Altopiano: appuntamenti di domenica 4 marzo 2018

MONTECCHIO MAGGIORE – Ogni prima domenica del mese, a partire da domenica 4 marzo 2018, il Museo Zannato aprirà gratuitamente ai visitatori: la mattina con orario 9,30-12,30, il pomeriggio con orario 15-18,30.
Nel pomeriggio i volontari della Pro Loco accompagneranno i visitatori, sempre gratuitamente, alla scoperta dei reperti archeologici e naturalistici del Museo. La durata del percorso è di circa 45 minuti.
Nel pomeriggio di domenica 4 marzo sarà inoltre possibile assaggiare gratuitamente la merenda degli antichi romani con libum (pane alla ricotta) e mulsum (vino aromatizzato), offerti dalla Pro Loco.

VICENZA – Opera e balletto, con titoli importanti, sono i generi artistici protagonisti della programmazione del Cinema al Ridotto al Teatro Comunale di Vicenza in questi giorni. Ancora un balletto per il terzo appuntamento, in programma domenica 4 marzo alle 16.00 dal Teatro Bolshoi di Mosca, “Le fiamme di Parigi” coreografia di Alexei Ratmansky, musica di Boris Asafiev con il corpo di ballo, i solisti e i primi ballerini del Bolshoi di Mosca.

VICENZA – Com’è il profumo del pane appena sfornato? E come si fa il pane? Ce lo spiega un mugnaio, perché è nel suo mulino che si produce la farina… Ed è proprio in quel mulino che inizia “IL GATTO CON GLI STIVALI”, lo spettacolo che il Centro di Produzione Teatrale Accademia Perduta/ Romagna Teatri porterà in scena al Teatro Astra domenica 4 marzo (ore 17), penultimo appuntamento del cartellone “Famiglie a Teatro 17/18”, curato da La Piccionaia Centro di Produzione Teatrale veneto per il Comune di Vicenza – Assessorato alla Crescita con il sostegno di MiBACT, Regione Veneto e Provincia di Vicenza.

MAROSTICA – Per “I concerti della domenica”, il 4 marzo (ore 18, ingresso libero) va in scena a Marostica, alla Chiesetta San Marco, “La musica senza tempo –  Il consort fra archi e fiati”, con il progetto Voices, Winds and Viols, laboratorio di musica antica per voci e strumenti del Conservatorio Agostino Steffani di Castelfranco Veneto.

CondividiShare on FacebookTweet about this on Twitter