Dai Berici all’Altopiano: appuntamenti di giovedì 21 dicembre 2017

SCHIO – La Fabbrica Alta di Schio diventa un grande strumento da suonare e far risuonare, una pagina da disegnare e dipingere. È la trasformazione creativa e rivitalizzante dell’edificio proposta da “Deus ex Fabrica”, progetto che prenderà il via oggi, giovedì 21 dicembre, segnando la fase conclusiva di FabricAltra, il percorso di rigenerazione culturale che dalla scorsa primavera ha cercato di “risvegliare” il gigante da anni silente e addormentato e di dargli nuova vita. Primi a sperimentare il gigantesco strumento sonoro-visivo saranno proprio gli artisti del Collettivo D20, che oggi proporranno la propria “partitura” digitale pensata e creata per l’edificio. L’intervento (ore 17.30) seguirà a un momento di racconto del percorso complessivo di FabricAltra e di presentazione di questa fase finale (ore 15.30, alla Fabbrica), che da qui a marzo proporrà un calendario di eventi per sollecitare gli abitanti di Schio a dialogare con la fabbrica e sulla fabbrica.

VICENZA – Oggi, alle ore 21, al Teatro Astra, vanno in scena gli Jashgawronsky brothers.
Partiti dall’orfanotrofio di Yerevan nella lontana Armenia e approdati in occidente, hanno iniziato a girare l’Europa con i loro strumenti inventati e ricostruiti con materiale da riciclo. Una musica povera di risorse ma ricca d’ingegno. Spettacolo a sostegno di AViLL, per dare vita ai sogni dei pazienti ematologici e delle loro famiglie.

VICENZA – Oggi “Scambio di auguri” alla scuola dell’infanzia “Piccoli” di Bertesina, dalle 15 alle 16. A cura Istituto Comprensivo 2 “Bortolan”.

Sempre oggi “Strenne natalizie”, scuola primaria “Magrini” di Settecà, nell’auditorium della scuola Bortolan, via Piovene, dalle 15.30 alle 17.30.
A cura Istituto Comprensivo 2 “Bortolan”.

E alle 20.30 “Concerto di Natale” per coro e orchestra alla chiesa Immacolata di Lourdes, in viale Anconetta 147. A cura Coro ed Orchestra degli allievi del corso ad indirizzo musicale della scuola “Mainardi” e del Coro classi V dell’Istituto Comprensivo 7.

CALDOGNO – Per il periodo delle feste di fine e inizio anno Villa Caldogno accoglierà i suoi visitatori con tre esposizioni che arricchiranno l’esperienza di visita, organizzate da Pro Loco con il patrocinio del Comune.
Tipicamente natalizia la mostra ospitata nei seminterrati, dal titolo “Natività a Villa Caldogno”, curata dall’associazione “Lampi Creativi”: saranno affiancati i presepi realizzati dai bambini e le suggestive interpretazioni della natività create da diversi artisti contemporanei.
Nel frattempo rimarranno attive anche le due esposizioni inaugurate lo scorso autunno: al piano nobile quella sui semi antichi, che ha come protagonista il pignoletto d’oro di Rettorgole, esempio storico di prodotto autoctono recentemente riscoperto e valorizzato; nei seminterrati, invece, le dodici splendide stampe illustrate da Galliano Rosset.

CondividiShare on FacebookTweet about this on Twitter