Dai Berici all’Altopiano: appuntamenti di lunedì 26 marzo 2018

Giunto alla quarta edizione, verrà inaugurato mercoledì 21 marzo, Giornata mondiale della Poesia, con un omaggio ai poeti-traduttori. L’appuntamento è a palazzo Chiericati, alle ore 18.00.

“Se non ci fossero i traduttori, non potremmo leggere nulla di ciò che accade oltre i nostri confini nazionali, e probabilmente non avremmo tanta di quella poesia che naturalmente si nutre delle idee e degli stilemi di altre voci mondiali. Non sarebbe possibile neanche un festival come questo, che attorno alla traduzione ruota largamente per ogni singolo evento”.

E’ un vero e proprio omaggio quello che Marco Fazzini, direttore del Festival Poetry Vicenza, rende alle capacità e all’impegno di chi “porta la poesia nel mondo”. Lo fa dedicando il primo appuntamento della rassegna, che avrà luogo a Palazzo Chiericati, mercoledì 21 marzo, alle ore 18.00, ad un incontro con due poeti-traduttori: Angelo Tonelli e Paolo Ruffilli, introdotti da Biancamaria Rizzardi dell’Università di Pisa e accompagnati nel loro reading dalle musiche del Michele Calgaro Trio.

Sempre a Palazzo Chiericati, domenica 25 marzo alle 18.00, un altro evento d’eccezione: “Due poeti-artisti: una performance”. Protagonisti Juan Carlos Mestre (Spagna) e Alessandra Domínguez (Cile), a cura di Marco Fazzini con traduzioni di Sebastiano Gatto. Evento reso possibile grazie anche a Acción Cultural Española.

Il festival, che si apre in concomitanza con la Giornata Mondiale della Poesia, è promosso dalle Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo, la cui sede vicentina di Palazzo Leoni Montanari ospita numerosi appuntamenti, e dal Comune di Vicenza (Assessorato alla crescita), in collaborazione con l’associazione culturale TheArtsBox (Vicenza), il Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati di Ca’ Foscari (Venezia), e Vicenza Jazz.

Sono una quarantina gli eventi che, nell’arco di due mesi, fino al 21 maggio, porteranno in alcuni dei più bei palazzi storici del centro, oltre che in altri spazi, 50 poeti, 26 stranieri e 24 italiani, provenienti da 20 Paesi e tre continenti, oltre ai 14 poeti italiani proposti dai 14 editori presenti in occasione della Fiera dei libri invisibili (19 e 20 maggio), che presenterà volumi di nicchia, preziosi o deluxe che i perversi meccanismi della distribuzione non aiutano a giungere in libreria.

Ad animare la città saranno inoltre alcuni eventi a latere, quali le tredici mostre d’arte legate alla poesia e ai poeti, i 25 eventi extra (spettacoli e tributi a poeti come Derek Walcott, Seamus Heaney e Fabrizio De André), gli incontri con i giovani nelle sedi di quattro istituti superiori della città e, nell’ultima settimana, l’incrocio e la fusione con il Festival Jazz, che darà vita ad una serie di originali appuntamenti.

Info e programma: www.theartsbox.com/poetry-vicenza-2018.

CondividiShare on FacebookTweet about this on Twitter