Dai Berici all’Altopiano: appuntamenti di mercoledì 23 maggio 2018

VICENZA – Mercoledì 23 la seconda giornata di programma del Festival Biblico a Vicenza si aprirà con l’atteso ritorno di Luciano Manicardi. Nell’incontro Tempo di crisi o crisi del tempo? (ore 18.30, Cortile di Palazzo Barbarano), filo conduttore della riflessione del priore della Comunità di Bose sarà la domanda: i tempi delle nostre esistenze sono funzionali alla vita e alla dilatazione dell’umano oppure subordinati ad altre priorità che depotenziano l’umano?

Sempre alle 18.30 ma a Palazzo Bonin-Longare appuntamento con il filosofo Franco Bolelli per l’incontro La costruzione del futuro. Ovvero la costruzione di noi stessi: una riflessione sul concetto di “futuro istantaneo” per comprendere il modo in cui è cambiato in questi anni il nostro senso del tempo e, in particolare, quello del futuro.

Per il percorso biblico-teologico don Andrea Albertin, moderato da don Aldo Martin, sarà protagonista dell’incontro A che ora è la fine del mondo (ore 21, Cortile di Palazzo Barbarano), in cui parlerà di come l’uomo biblico si sia fatto carico delle domande circa la conclusione della vita e la speranza di un oltre dopo l’esistenza terrena attraverso la letteratura apocalittica.

Alle 21 si torna in via Firenze per il secondo appuntamento in programma nell’area del cosiddetto Quadrilatero di via Milano: L’economia ostacola o produce futuro?, un vero e proprio esercizio di osservazione diretta sul mondo dell’economia che vedrà coinvolti il presidente di Banca Etica Ugo Biggeri, l’economista Luigino Bruni, Antonio Calabrò – direttore Fondazione Pirelli e vicepresidente Assolombarda – e l’imprenditore Matteo Marzotto.

Sempre mercoledì 23, infine, avrà luogo la proiezione del film Harmonia del regista israeliano Ori Sivan (ore 21, Cinema Araceli) – una trasposizione della storia biblica di Abramo, Sara, Agar, Isacco e Ismaele, metaforicamente alle radici del conflitto tra arabi ed ebrei, nel mondo dell’orchestra filarmonica di Gerusalemme – che verrà introdotto da don Alessio Graziani

SANDRIGO – Il Premio Basilica Palladiana giunge alla cinquantatreesima edizione e omaggia Natalino Balasso. Giovedì 24 maggio 2018 a Villa Sesso Schiavo di Sandrigo (Vicenza) sarà consegnato il premio all’attore, comico e autore originario di Porto Tolle. “Un riconoscimento – si legge nella motivazione – ad un interprete che con intelligenza e pungente ironia ha raccontato i pregi e i difetti della società veneta.”
Durante la serata, che è solo su invito, Balasso sarà protagonista di un faccia a faccia con il giornalista Antonio di Lorenzo, durante il quale ripercorrerà alcuni dei momenti che hanno segnato la sua vita e la sua carriera.

VICENZA – Gli effetti dell’invecchiamento della popolazione sono sotto i nostri occhi: le città sono abitate e “vissute” da molti pensionati, si amplia lo spettro delle patologie croniche poco o non curate, con un crescente affollamento dei pronto soccorso da parte di ultraottantenni affetti da patologie croniche. Fondazione Zoé, Zambon Open Education, comincia a dar conto della risposta veneta alla non autosufficienza, avviando un confronto a tutti i livelli sul cambiamento culturale che questo scenario impone. Il tema sarà al centro di un incontro organizzato giovedì 24 maggio alle 18, presso l’Health & Quality Factory Zambon di via della Chimica, 9 a Vicenza. A parlarne ci sarà la massima autorità in materia del Veneto Domenico MANTOAN, direttore Generale Area Sanità e Sociale Regione Veneto, assieme all’esperto di politiche sanitarie Luca ROMANO, direttore Local Area Network. Sulle loro relazioni, interverranno Marco TRABUCCHI, presidente Associazione Italiana di Psicogeriatria e Roberto VOLPE, presidente Uripa (Unione regionale di istituzioni e iniziative pubbliche e private di assistenza agli anziani).

VICENZA – Si terrà domani, giovedì 24 maggio, alle ore 21:00, al teatro San Marco di Vicenza lo spettacolo “la nostra banca” di Antonio Baldo.

VICENZA – Sempre domani, “Leggere fa crescere: storie con personaggi che parlano lingue strambe o giocano con le parole”. Lettura ad alta voce dal libro Tarari Tararera di Emanuela Bussolati alla Biblioteca di Anconetta, Via Dall’Acqua 16
Vicenza – Orario: 16.40
Seguirà un laboratorio creativo con carta riciclata per ricreare i personaggi della storia.
Attività per bambini dai 3 ai 6 anni. A numero chiuso per un massimo di 10 partecipanti, l’iscrizione è obbligatoria.

CondividiShare on FacebookTweet about this on Twitter