Dal 1 novembre uno sportello CUP in ogni farmacia

Dal 1 novembre per prenotare le visite e gli esami specialistici c’è un’alternativa in più: oltre agli sportelli ospedalieri, al call center telefonico e ad Internet, gli utenti potranno rivolgersi direttamente anche alla loro farmacia di fiducia, vicino a casa. L’ULSS 8 Berica è infatti tra le prime aziende socio-sanitarie del Veneto a dare concretezza all’accordo stipulato dalla Regione Veneto con Federfarma Veneto, relativo all’istituzione del servizio “FARMACUP”. L’ULSS 8 Berica ha sottoscritto infatti nei giorni scorsi un protocollo d’intesa con Federfarma Vicenza che introduce appunto questa nuova, importante opportunità per i cittadini, trasformando a tutti gli effetti le farmacie in un un presidio socio-sanitario dell’Azienda per tutte le prenotazioni delle prestazioni ambulatoriali (ma anche per l’annullamento o la modifica delle prenotazioni precedentemente effettuate).

L’accordo – che successivamente sarà siglato anche con le altre Associazioni di Categoria – avrà durata di un anno, rinnovabile, e riguarderà in questa prima fase solo il Distretto Est, con l’obiettivo di esternderne la validità anche al Distretto Ovest già nel giro di poche settimane. L’adesione delle farmacie è su base volontaria, ma al momento sono già 56 quelle pronte a partire (su un totale di 88), e altre sono destinate ad aggiungersi in tempi brevi.

Concretamente, le farmacie aderenti saranno collegate direttamente al sistema gestionale del CUP, previo uno specifico percorso di formazione da parte del personale. Per gli utenti il servizio sarà completamente gratuito.

Per la copertura economica del progetto la Regione Veneto ha stanziato un apposito finanziamento a livello regionale di 2 milioni di euro per i primi dodici mesi, dei quali circa 130 mila euro per l’attività sul Distretto Est e ulteriori 77 mila per il Distretto Ovest una volta che sarà implementato il servizo anche in quest’area. Un investimento significativo, ma ritenuto strategico: «Con questo accordo – sottolinea il Direttore Generale dell’ULSS 8 Berica Giovanni Pavesi – diamo ulteriore concretezza al nostro obiettivo di portare il CUP il più possibile vicino agli utenti, limitando così la necessità di recarsi in ospedale per le operazioni di prenotazione o disdetta. Per questo obiettivo naturalmente abbiamo puntato da tempo sulla tecnologia, tramite il call center telefonico piuttosto che Internet, ma ci rendiamo conto che esiste un’ampia fascia di utenza, soprattutto anziani, che non utilizza il web e che magari anche al telefono può avere qualche difficoltà, preferendo avere l’assistenza di una persona fisica di fronte a sè. Affidare le prenotazioni anche alle farmacie ci consente quindi di rispondere soprattutto a questa domanda, offrendo un’assistenza professionale e cortese vicino a casa, con l’ulteriore valore aggiunto di rivolgersi non ad un estraneo ma al proprio farmacista di fiducia».

Un progetto destinato a valorizzare ulteriormente il ruolo delle farmacie, dunque, come sottolinea la dott.ssa Marina Milan, presidente di Federfarma Vicenza: «Questo accordo rappresenta un’opportunità molto sentita anche dalle farmacie: potremo offrire un servizio in più ai cittadini, molto utile soprattutto alle fasce di utenza più deboli, che necessitano di servizi di prossimità, dando ulteriore concretezza al concetto di “farmacia dei servizi” sul quale abbiamo investito molto negli

ultimi anni. Allo stesso tempo, si concretizza il modello che vede la farmacia assumere un ruolo sempre più importante all’interno del servizio sanitario nazionale, come punto di arrivo capillare nel territorio. L’obiettivo è fornire un servizio che agevola i cittadini e allo stesso tempo consente un risparmio alla sanità pubblica».

Come anticipato, l’accordo dà attuazione ad un progetto regionale introdotto con la DGR n. 1919 del 23 dicembre 2015 e quindi formalizzato con l’accordo “FARMACUP” sottoscritto lo scorso anno dalla Regione Veneto con Federfarma Veneto, Farmacieunite Veneto e Assofarm Veneto. Non solo, ma fin dal 1999 un servizio analogo, a livello sperimentale e a titolo gratuito, è già stato avviato in un gruppo selezionato di farmacie, ottenendo riscontri positivi e una media di circa 300 prenotazioni mensili effettuate presso gli esercizi aderenti.

Attualmente, il CUP dell’USS 8 Berica gestisce circa 600 mila prenotazioni l’anno, oltre a 30 mila disdette e domande di variazione di data: complessivamente si tratta di circa 52.500 operazioni al mese. Di queste, il 66% viene gestito tramite gli operatori agli sportelli, il 28% tramite il CUP telefonico e il rimanente 6% tramite Internet. Va ricordato a questo proposito che la prenotazione e il pagamento online sono attualmente attivi solo per gli utenti del Distretto Est, in attesa di completare l’unificazione dei sistemi informatici.

CondividiShare on FacebookTweet about this on Twitter