Guardia di finanza sequestra smartphone e tablet con app brevettata

Sono oltre 3mila gli smartphone e i tablet Samsung sequestrati dalla Guardia di finanza in 26 negozi del Vicentino perché sfrutterebbero un brevetto contraffatto. A portare al blitz, disposto dalla procura di Vicenza, è stata la denuncia della società romana Edico srl, che anni fa ha depositato un brevetto riguardante un software che consente di visualizzare la barra del volume quando si collegano cuffie o auricolari, attirando l’attenzione sui possibili rischi per l’udito. Invece di acquistarlo, Samsung ne avrebbe prodotto uno simile, per un danno stimato in 60 milioni di euro nell’ultimo triennio. L’amministratore delegato del colosso coreano è indagato per violazione di brevetto e contraffazione di opere dell’ingegno. Samsung electronics e Samsung Italia sono invece indagate per responsabilità amministrative. (Radio Vicenza)

CondividiShare on FacebookTweet about this on Twitter