A Malo operaio SPV cade su tondino scoperto che gli si conficca in coscia: grave!

Un operaio pugliese (di Gravina) di 52 anni  stamane poco dopo le 8 del mattino è scivolato su una passerella ghiacciata, ha perso l’equilibrio ed è caduto su un tondino scoperto. Il ferro nella caduta (di peso) gli si è conficcato nella coscia. Il fatto è avvenuto nel cantiere della Superstrada Pedemontana Veneta a Malo (Vicenza). Sul posto immediatamente il Suem 118 che ha stabilizzato il ferito e l’ha trasportato in ambulanza in codice rosso al pronto soccorso del San Bortolo a Vicenza. Ora l’uomo si trova ricoverato in rianimazione e non sarebbe in pericolo di vita.

Sul posto lo SPISAL dell’ULSS Pedemontana per i rilievi del grave incidente sul lavoro.

COMMENTO DEL DIRETTORE: Un incidente sul lavoro non è mai una tragica fatalità. Ci sono delle responsabilità e la magistratura farà chiarezza sui dati rilevati dagli operatori dello SPISAL dell’ULSS Pedemontana. I tondini nei cantieri non dovrebbero mai restare scoperti. Andrebbero sempre “tappati” con i “coperchietti” appositi di plastica che rendono inoffensive le punte! Perché il “tappo” non c’era? Perché la punta era “viva”? e se l’operaio fosse caduto sulla punta di petto o di schiena cosa sarebbe successo? Sarebbe stato trafitto con il rischio di morire sul colpo sul serio!

NELLA FOTO: immagini di repertorio di lavoratori intenti ad operare su gabbie di ferro per i “getti” di cemento armato!

CondividiShare on FacebookTweet about this on Twitter