Marostica, un arresto per la rivolta e l’incendio in comunità

Arrestato un 43enne vicentino ritenuto colpevole dell’incendio doloso avvenuto il 10 maggio scorso nella comunità terapeutica “Un Segno di Pace” di Crosara di Marostica. Quella sera alcuni pazienti, in piena escandescenza, aggredirono gli operatori sanitari, costretti pertanto a fuggire dalla zona notte chiudendola a chiave. Non solo. Gli assalitori incendiarono materassi, lenzuola e coperte, ponendo a rischio la loro stessa incolumità. I carabinieri riuscirono a fatica a riportare la situazione sotto controllo. Fra i soggetti responsabili dell’evento vi era il 43enne, poi ricoverato nel reparto di psichiatria dell’ospedale di Bassano del Grappa. La sua pericolosità ha portato l’autorità giudiziaria a riconoscere la necessità del fermo.

CondividiShare on FacebookTweet about this on Twitter