A Rimini nel naufragio 4 morti tra cui un ingegnere vicentino e un ex primario del San Bortolo

C’è anche Ernesto Salin, 64 anni di Camisano Vicentino, ingegnere, tra le vittime della tragedia avvenuta ieri pomeriggio nel porto di Rimini in cui una barca a vela si è rovesciata ed è finita sulle barriere frangiflutti. Assieme a lui hanno perso la vita il cardiologo veronese Alessandro Fabbri, già primario al San Bortolo di Vicenza, la figlia Alessia, notaio nel capoluogo scaligero ed Enrico Martinelli, un pensionato veronese. Si sono invece salvati gli altri due componenti dell’equipaggio. I corpi dei naufraghi sono stati tutti ritrovati.

A causare il rovesciamento della barca a vela da 12 metri, è stato l’improvviso maltempo accompagnato da forti raffiche di vento.

CondividiShare on FacebookTweet about this on Twitter