Tornata una squadra del Soccorso Alpino Veneto impiegata all’hotel Rigopiano sotto il Gran Sasso

I soccorritori si calano tra le macerie dell’Hotel Rigopiano sotto il Gran Sasso: tra loro diversi veneti e vicentini.

Tanti i volontari veneti e anche vicentini della Protezione civile e del Soccorso alpino che sono impegnati nel centro Italia per portare aiuto alle popolazioni colpite dal terremoto e dalle abbondantissime nevicate. Dal Soccorso Alpino del Veneto ci giunge notizie che questa sera (domenica 22 gennaio 2017) è rientrata una squadra del Soccorso alpino e speleologico del Veneto comprendente uomini di diverse delegazioni tra cui anche quella delle prealpi Venete di cui fa parte l’are a e gli esperti di Vicenza.
Il comunicato del Soccorso Alpino del Veneto giunto alle 20 in redazione :
“I 29 soccorritori partiti giovedì scorso per l’Abruzzo sono rientrati nel tardo pomeriggio, dopo aver passato il testimone ai 25 arrivati nella notte a Penne per dar loro il cambio.
A Pescara le nuove squadre provenienti dalle tre Delegazioni del Soccorso alpino e speleologico del Veneto (II Dolomiti Bellunesi, XI Prealpi Venete, VI Speleo Veneto – Trentino Alto Adige) sono state tutte impiegate oggi a Farindola, dove sorgeva l’Hotel Rigopiano, per cercare di ritrovare le tante persone che risultano ancora disperse dal giorno della caduta della valanga.

Soccorritori al lavoro incessantemente all’hotel Rigopiano con squadre che operano nelle 24 ore. Una di queste squadre è composta dal Soccorso Alpino del Veneto e del Trentino Alto Adige.

Oggi i soccorritori sono risaliti al punto in cui si trovano le cucine, gli interrati in muratura della struttura più vecchia dove ancora potrebbero esserci locali integri. Assieme ai colleghi provenienti da tutta Italia e agli altri enti preposti, i soccorritori hanno individuato il perimetro, scavando senza sosta, e tentato diversi punti di accesso, ostacolati da possibili cedimenti come dalla presenza di fughe di gas. Le squadre stanno rientrando adesso e domattina insisteranno nella stessa porzione per poi tentare di penetrate all’interno delle stanze.
Ringraziamo di cuore i nostri volontari rientrati oggi, sapendo che hanno dato il massimo nei giorni scorsi per aiutare la popolazione abruzzese in estrema difficoltà”. (fonte: ufficio stampa CNSAS Veneto)

Le foto sono state scattate oggi durante le operazioni dal Soccorso Alpino del Veneto

CondividiShare on FacebookTweet about this on Twitter