A Vicenza uomo del Bangladesh accusato di violenza sessuale e botte a moglie minorenne

Ieri in tribunale a Vicenza un uomo del Bangladesh di 31 anni, regolarmente immigrato, è stato rinviato a giudizio dal giudice per maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale aggravata.

L’uomo del Sud dell’Asia nel 2008 aveva 22 anni e sposò in Bangladesh con ritmo islamico una connazionale di 15 anni che ha portato poi in Italia prima a Vicenza e poi Roma. Un matrimonio combinato dalle famiglie e non valido in Italia per la giovane età della sposa. Nel 2013 la ragazza con l’aiuto delle forze dell’ordine riuscì a lasciare il marito e a rifarsi una vita.

Ma per 5 anni la giovane ha vissuto un incubo: sarebbe stata maltrattata e violentata dal marito, obbligata a rapporti sessuali sin da minorenne, costretta a vedere film pornografici per imitare le attrici hard e sarebbe stata picchiata e offesa ripetutamente.

L’uomo, che ora vive a Ravenna, dovrà presentarsi in tribunale a Vicenza per rispondere delle accuse: l’udienza è fissata per il prossimo 9 novembre .

CondividiShare on FacebookTweet about this on Twitter