Il Vescovo di Vicenza nella lettera di Natale parla di lavoro, Lovato Gas e di inquinamento da Pfas

Oggi si è svolto in piazza Duomo a Vicenza il tradizionale incotnro tra il Vescovo della diocesi berica mons Beniamino Pizziol e i giornalisti dei mezzi di comunicazione locale.

Presenti il responsabile della Pastolare della comunicazione della nostra diocesi vicentina don Alessio Graziani e il presidente dei giornalisti cattolici vicentini Giandomenico Cortese.

Il vescovo ha presentato i contenuti della sua lettera di Natale 2017 che in questi giorni sarà distribuita nelle parrocchie. S’intitola “Dal Lavoro al Presepe della Vita”. Il vescovo Pizziol ha spiegato come il lavoro sia parte importante della vita di tutti noi assieme agli affetti e al riposo. Un pensiero è andato ai lavoratori della Lovato Gas, azienda che pur andando bene per ragioni di finanza globale rischia di essere chiusa. Ma anche ai tanti precari , soprattutto tra i giovani, e a coloro che un lavoro non ce l’hanno.

Il Vescovo ha sottolineato che per un cristiano prima c’è la persona, poi il lavoro, poi il profitto e infine le logiche della finanza. E ha lanciato anche un appello al ruolo sociale degli imprenditori per lo sviluppo della comunità locale e del terrtiorio.

Il Vescovo Pizziol è intervenuto anche sui PFAS, le sostanze perfluoroalchiliche che hanno inquinato tutto l’ovest Vicentino e un’area più ampia che comprende 350mila abitanti. Una vicenda preoccupante che mette in forse la produzione che provoca tale inquinamento.

CondividiShare on FacebookTweet about this on Twitter