A Vicenza al Teatro Comunale danze orientali a Capodanno

Il tradizionale appuntamento del primo giorno dell’anno al Teatro Comunale di Vicenza sarà con “Dalai Nuur – Suggestioni d’Oriente” in programma lunedì 1° gennaio alle ore 17.00, un emozionante viaggio per far rivivere al pubblico la storia millenaria e la magia dell’Oriente, in uno show ricco di fascino e mistero, una produzione sospesa tra danza e arte circense che continua a richiamare pubblico in tutto il mondo.

“Dalai Nuur – Suggestioni d’Oriente” è infatti uno spettacolo unico nel suo genere, capace di portare sul palcoscenico le atmosfere e le suggestioni del lontano Oriente. In scena ci sono musiche, danze rituali, eleganti coreografie, splendidi costumi per raccontare miti e leggende dei popoli dell’Asia Orientale e del Sud-Est Asiatico, in una serie di quadri che vedono protagonisti le ninfe di Bali e i tamburi giapponesi, passando per il Bodhisattva dalle mille braccia (l’essere vivente che aspira all’Illuminazione, cioè a divenire un Buddha, nella tradizione buddista); e ancora i ventagli e i pugnali delle danze coreane e molto altro. Il pubblico potrà assistere ad uno spettacolo raffinato, ricco di spiritualità che fonde grazia ed energia attraverso coreografie travolgenti e acrobatiche che rappresentano le tradizioni di epoche e culture diverse, molto lontane dalla nostra.

Lo spettacolo, diviso in due parti con un intervallo (dura un’ora e mezza) dopo un prologo con tutti gli artisti in scena, vedrà un susseguirsi di danze al femminile e al maschile, a rappresentare i grandi temi delle tradizioni orientali: le danze dei ventagli (Cina e Giappone), la perla nera del dragone d’oro, la danza delle lunghe maniche e quella degli uccelli del paradiso per finire con l’anima del pavone della tradizione cinese, e ancora le danze coreane e le esibizioni dei cavalieri della Mongolia. Sarà più acrobatica e coinvolgente la seconda parte dello spettacolo che presenterà i quadri con la dea volante, le sinuose movenze delle ninfe indonesiane, le danze tradizionali dello Sri Lanka, della Cambogia e dell’India, per finire con la Danza del Bodhisattva dalle mille braccia e le raffinate tradizioni del Giappone che prevedono la danza con i tamburi e la struggente storia d’amore di un samurai e la sua sposa, all’ombra di un ciliegio in fiore. Una serie di rappresentazioni in grado di trasmettere con immediatezza tutta la magia e il fascino dell’Oriente.

Dopo numerosi tour nei paesi asiatici, lo spettacolo è arrivato con successo in Europa, acclamatissimo in Francia e anche in Russia (dove gli interpreti hanno vinto un Talent Show) ed è ora per la prima volta in Italia; grazie all’incontro e il confronto con celebri coreografi lo show presenta la tradizione orientale in modo contemporaneo, in termini di originalità e fasto, con un risultato di grande effetto e fascino

Dal punto di vista della messa in scena, oltre 500 sono gli splendidi costumi, impreziositi da gemme, oro e broccato, realizzati appositamente per “Dalai Nuur” in Cina, Corea, Giappone, Thailandia, Sri Lanka e Indonesia, mentre per le coreografie sono stati coinvolti maestri da tutto il sud-est asiatico e i ballerini hanno dovuto seguito i rituali per eseguire al meglio le antiche danze cerimoniali.

Con suoni avvolgenti e splendidi giochi di luci, Dalai Nuur saprà accompagnare gli spettatori in un viaggio nelle emozioni, nei colori e nelle atmosfere di paesi lontani per accogliere tutti con un messaggio augurale che vuol essere l’invito a spaziare verso nuovi orizzonti.

Per lo spettacolo “Dalai Nuur – Suggestioni d’Oriente” del primo giorno dell’anno (ore 17.00) restano ancora pochi biglietti. La biglietteria del Teatro sarà chiusa lunedì 25 e martedì 26 dicembre; il primo gennaio sarà aperta dalle 16.00 alle 17.00 nel Foyer principale.

I biglietti per “Suggestioni d’Oriente” del 1° gennaio 2018 si possono acquistare alla biglietteria del Teatro, in Viale Mazzini, 39 ( e-mail: biglietteria@tcvi.it, tel. 0444.324442), aperta dal martedì al sabato dalle 15.00 alle 18.15, e un’ora prima dello spettacolo; online sul sito del teatro tcvi.it, in tutte le filiali di Intesa Sanpaolo (ex Banca Popolare di Vicenza) e dalla App TCVI. I prezzi dei biglietti sono: 29 euro il biglietto intero, 23 euro il ridotto over 65 e 15 euro il ridotto under 30.

CondividiShare on FacebookTweet about this on Twitter