Vicenza, falso ambasciatore in tribunale

Si era spacciato per un diplomatico dell’agenzia governativa dell’Igo, facente parte dell’Onu, accompagnato da un presunto capitano e da un tale luogotenente, ma la polizia lo ha smascherato. A far scattare le indagini nei confronti di Stefano Bampa, 32 anni, già arrestato per rapina, è stato il presidente del Tribunale di Vicenza, Alberto Rizzo, che aveva ricevuto una mail sospetta per la presentazione di un progetto di protezione delle vittime dei reati. L’Igo ha comunicato che in realtà nessuno conosceva il veronese. Di qui la perquisizione dell’ufficio e delle abitazioni del 32enne e dei suoi due complici, Gianluca Faccioli ed Eugenio Strafino. Il pm li ha indagati per sostituzione di persona e usurpazione di funzioni pubbliche.

CondividiShare on FacebookTweet about this on Twitter